4 dicembre 2011: UNA CENA AL BUIO PARTICOLARE!

Domenica 4 dicembre G.O.L.D.Vis è stata invitata a realizzare una cena al buio a Palazzolo di Sona alla trattoria ai Portici da Nino.
La richiesta è giunta dall’associazione Gabbia-no e la particolarità è che si trattava della festa di compleanno di un certo Andrea che non sapeva nulla di quanto accuratamente riservatogli dalla sua compagna Laura. Così il festeggiato è stato bendato prima di entrare nel locale e quando gli hanno permesso di togliersi la benda ha continuato a non vedere, trovandosi già nella sala oscurata.
”Per i nostri bravissimi camerieri Anna, Coi, Rossella e Alessandro,” spiega Maurizio, nostro presidente ed insostituibile reporter, ”non è cambiato nulla rispetto alle altre cene perché hanno svolto il loro lavoro con la consueta abilità e simpatia e lo stesso si può dire per Vanni , il nostro insostituibile oscuratore, che ha preparato con i cuochi i carrelli. Una iniziale difficoltà l’ho trovata proprio io nello svolgere il mio compito che consiste da un lato nel mettere a proprio agio i commensali e dall’altro nel farli riflettere sulla particolare situazione che stanno vivendo sensibilizzandoli sulla condizione dei non vedenti. La difficoltà era dovuta al fatto che la compagnia era molto affiatata, completamente a proprio agio e si animava da sola proponendo ad Andrea interessanti stimoli resi possibili dal buio.
Ho preferito così stare in silenzio ad ascoltare e sono intervenuto solo dopo un bel po’. Avevo paura di essere inopportuno, ma ho notato invece con piacere un grande interesse per quello che dicevo e così la serata si è avvicinata un po’ alle normali cene al buio.
Grazie alla sensibilità dell’ideatrice e dei partecipanti, anche questa cena al buio sui generis è riuscita molto bene rispondendo in pieno alle aspettative degli originali organizzatori e alle nostre.”

Lascia un commento