RAFTING IN VAL DI SOLE

 foto di gruppo prima della discesa con pagaie in mano

Venerdì 3 agosto si parte in corriera per effettuare questa ennesima esperienza, il rafting sul torrente Noce! Abbiamo però cercato, come nel nostro stile, di non fermarci a questo ma di offrire ai partecipanti altri motivi di adesione all’iniziativa. Così la nostra prima tappa è a Mezzo Lombardo per visitare la distilleria di grappa Villa de Varda..
I gentilissimi proprietari, Luigi e Mauro, ci accolgono con entusiasmo e ci conducono a scoprire le fasi del processo di distillazione della grappa dandoci anche la possibilità di toccare alambicchi , botti e altri strumenti di lavorazione di questo nettare tipicamente italiano. Tutti rimaniamo sbalorditi però dalla visita della cantina, un vero e proprio museo contenente strumenti antichi per la lavorazione della terra, della vite e della grappa. A conclusione non poteva mancare la degustazione di alcuni tipi di grappe e qualche acquisto da portare a casa.
Resi allegri dalla buona compagnia, dalle particolarità viste, ma soprattutto da quanto bevuto, tutti a cena per assaggiare alcuni prodotti tipici trentini accompagnati dai vini di villa de Varda . Guido ci illustra le caratteristiche Dei vini, il loro abbinamento con i cibi e le proprietà. Una degustazione molto interessante che ci ha reso tutti più consapevoli di quello che beviamo. Sempre più allegri, raggiungiamo il vicino albergo per riposare adeguatamente e affrontare al meglio il giorno dopo la nostra piccola avventura sul fiume.
Sabato 4, dopo la colazione, partenza per Cusiano! Arrivati ci imbattiamo in un luogo fantastico, fresco e ricco di attrazioni. I ragazzi si divertono con i mini-quod mentre alcuni di noi si rilassano prendendo il sole in riva al laghetto e altri passeggiano per scoprire gli svaghi come tiro con l’arco, passeggiate con i poni, giri in bici, escursioni con i quod, quelli veri per i quali ci vuole la patente, e altro. Non manca un brindisi con il prosecco di Villa Caplet.
Arriva il momento del rafting e 18 di noi si imbarcano su tre gommoni, equipaggiati di tutto punto e con pagaia alla mano. Gli istruttori ci spiegano come comportarci ed i diversi tipi di remate da eseguire al loro comando. Facciamo scivolare i gommoni in acqua e si parte! Il torrente è impetuoso, l’acqua fredda e ci sono tanti massi minacciosi ma non abbiamo paura! Dopo qualche difficoltà per la scarsità di acqua che ci fa arenare, comincia la discesa con salti e spruzzi, bellissimo. Anche gli istruttori, inizialmente imbarazzati, capiscono che anche se ciechi possiamo cavarcela benone e tutto va per il meglio. Scivoliamo sulla corrente driblando le rocce, cavalcando l’onda e saltando tra le rapide.
Dopo ci ritroviamo felici a tavola davanti ad una grigliata accompagnata dagli ottimi vini di Guido.
Un saluto ai simpatici istruttori con il proposito di tornare presto per effettuare il percorso più lungo e magari provare qualche altro svago offerto dal centro rafting.
Dopo pranzo saliamo in corriera per il ritorno. Ci fermiamo però dopo qualche km. In un caseificio per acquistare i pregiati formaggi trentini. Non potevamo esimerci!
Ancora una volta abbiamo trascorso un paio di giornate tra amici in buona compagnia e naturalm ente ci diamo appuntamento alla prossima!

 foto di due gommoni con gli equipaggi intenti a remare

Lascia un commento