UN INCONTRO D’AUTORE

foto di gruppo GOLDVIS con Francesco Guccini

In una giornata d’autunno dagli splendidi colori, tra il verde dei prati ed il rosso del fogliame, scorre la natura al di là del finestrino. L’appennino tosco-emiliano ci accoglie nel suo abbraccio.

In fondo al paese, dall’uscio di una casa che sa di antico, un uomo alto dai capelli e dalla barba grigi ci da il benvenuto. Una stretta di mano, e ci accomodiamo a sedere attorno ad un tavolo in una stanza arredata con mobili della tradizione contadina dove si respira un’atmosfera d’altri tempi.

Davanti ad un camino di pietra grigia è seduto il nostro ospite: il cantautore che scrive poesie in musica: Francesco Guccini. Ci incantano i suoi racconti d’orchestrali del passato, gli aneddoti, e gli schizzi di vita sul palcoscenico che prendono forma nei suoi racconti fra musica e concerti suonati dopo una serata all’osteria.

Presentiamo la nostra associazione e le sue attività per l’integrazione sociale dei ciechi, attraverso le nostre esperienze sportive, e la sensibilizzazione con le cene al buio, che toccano tutti i sensi a pari livello. Improvvisiamo anche una piccola lezione di riconoscimento tattile delle monete, e ne esce una sorta di quiz dove ognuno svela i propri trucchi sull’argomento.

Paurina, una gatta nera dal pelo lungo, scorrazza tra le sedie a far visita a tutti i presenti, facendo le fusa e strusciandosi cordialmente. E’ molto socievole con noi come se volesse smentire il suo timido nome.

Indimenticabile il brindisi di rito a questo bell’incontro con un bicchiere di vino rosso conversando amabilmente come vecchi conoscenti. Tra musica, episodi di vita contadina, passando dai libri alla partecipazione ai film di Ligabue, si intrecciano le parole, dando vita ad una piacevole chiacchierata dove c’è spazio anche per allegre risate.

Qualche autografo su libri e cd, una foto di gruppo e ci salutiamo dopo due ore letteralmente volate via.

Doveroso ringraziare Francesco per la sua disponibilità e per aver anche risposto con pazienza le nostre domande ed ascoltato le nostre peripezie di ciechi un po’ spericolati che stanno cercando di costruire qualcosa insieme ed in buona armonia. Questo incontro rimarrà un ricordo piacevole ed un incoraggiamento per continuare a scrivere la nostra canzone con le parole e lo stile che ci appartengono, senza alcun condizionamento, e realizzare così il nostro sogno con semplicità.

Lascia un commento