VISITA A PRAGLIA: 11 novembre 2012

p style=”text-align:center;”> foto di uno dei chiostri dell'abbazia, sullo sfondo la chiesa ed il campanile

Domenica 11 novembre, tempo infame, acqua e vento, ma nessuno dei venti soci iscritti a questa gita rinuncia! Tutti puntuali prendiamo la corriera per nulla intimoriti da Giove pluvio che si è impegnato parecchio per scoraggiarci senza peraltro riuscirvi! Così ci dirigiamo verso i colli euganei alla volta dell’agriturismo La Palazzina dove ci uniamo al resto della compagnia che arriva da fuori Verona. Pranzo ottimo ed abbondante gustato nella consueta armonia che accompagna sempre le nostre uscite. Si rivela questo, ogni volta, un impareggiabile modo di rinsaldare le vecchie amicizie e inserire al meglio le nuove.
Dopo aver ritemprato adeguatamente il fisico, riprendiamo il viaggio per l’abbazia di Praglia nel tentativo di temprare anche lo spirito e l’anima.
Arrivati alla splendida abbazia dopo aver attraversato i colli con meravigliosi paesaggi resi ancor più suggestivi dai colori che solo l’autunno ci sa regalare, incontriamo la nostra guida, un monaco che si rivelerà presto arguto, intelligente e simpatico, davvero particolare!
Esploriamo così quel mondo che a me appare staccato dal tempo e dalla realtà e cominciamo a capire ben guidati dal monaco, chiostri, dormitorio, refettorio, biblioteca, scale, colonne, pozzo, il tutto scandito da simboli e numeri non casuali. Si susseguono i racconti di vita monastica, sui Santi, cenni storici, di architettura ed anche di agricoltura.
Le spiegazioni sono molto interessanti e tengono viva l’attenzione dei presenti che partecipano rovistando nei cassetti della memoria per rispondere ai quesiti più vari. Passeggiamo in questo rifugio con mura forti che isolano da tutto ciò che c’è fuori e respiriamo quell’atmosfera di tranquillità e silenzio. Il tempo vola ed è già buio, non ci resta che salutare la nostra simpatica guida e fare un po’ di spesa allo spaccio di prodotti naturali usciti dai laboratori dei monaci per tornare infine alla realtà del mondo esterno.
Ancora un po’ di pioggia per strada e rientro a casa dopo aver trascorso una bella giornata un tantino diversa!

 foto del paesaggio dei colli euganei, gli orti dell'abbazia in primo piano ed i colli sullo sfondo

Lascia un commento